Carmen Antonia Di Benedetto - Carmelo Calvagna - liberi artisti contemporanei siciliani
 

 


- PROFILART -
Espressioni d'arte contemporanea realizzate con profilati di alluminio
da
C.Calvagna, C.A. Di Benedetto, G. Martinez e T. Papa
a cura dello studio Calvagna

Fusto alluminio
Belpasso (CT)
16 aprile 1994

 

  C.A. Di Benedetto e C. Calvagna
1994 - profilart
installazione
dimensioni varie
     
  C. Calvagna
1994 - agguantare
installazione
cm.173x62,5x39
     

  C. Calvagna
1994 - profilacolo
installazione
cm.173x62,5x39
     
  C. Calvagna
1994 - profili caldi
Installazione
cm.173x62,5x39
     

  C. Calvagna
1994 - ritrovati
Installazione
cm.173x62,5x39
     
  C. Calvagna
1994 - silenzi
Installazione
cm.173x62,5x39
 

  C. Calvagna
1994 - profilo
Installazione
cm.173x62,5x39
     
  C. Calvagna
1994 - profili aperti
Installazione
cm.173x62,5x39
     
  C.A. Di Benedetto
1994 - paesaggio profilato 1
smalti + spezzoni e trucioli di alluminio
su lastra di alluminio
cm.125x300,5
     
  C.A. Di Benedetto
1994 - paesaggio profilato 2
smalti + spezzoni e trucioli di alluminio
su lastra di alluminio
cm.125x300,5
     
  C.A. Di Benedetto
1994 - senza titolo blu
smalti + spezzoni e trucioli di alluminio
su lastra di alluminio
cm.125x125
     
  C.A. Di Benedetto
1994 - senza titolo rosso
smalti + spezzoni e trucioli di alluminio
su lastra di alluminio
cm.125x125
     
  C.A. Di Benedetto
1994 - senza titolo arancio
smalti + spezzoni e trucioli di alluminio
su lastra di alluminio
cm.125x125
     
  Installazioni di T. Papa, G. Martinez e C.A. Di Benedetto
     
  Installazioni di C.A Di Benedetto e C. Calvagna
     


Note di G. Martines

“E’ assai difficile avere il
coraggio per qualcosa che
nessuno reputa serio”.
M. Duchamp – G. Stein

Il casuale manifestarsi dell’arte, spesso, ci fa assistere a stravaganti ed inconsuete collaborazioni tra pensieri diversi.
Questo infatti è ciò che accade nell’ambito della mostra PROFILART, realizzata da quattro artisti contemporanei di diverse personalità ma accomunati da un unico e contingente percorso.
Con assoluta libertà, il materiale metallico – profilo – viene adoperato non solo come referente ma anche come base per la tecnica pittorica, o, con un’enfasi da “appropriazione”, come opera d’arte essa stessa.
L’intento è quello di creare una situazione di doppia referenzialità, dove l’opera si rivolge contemporaneamente sia all’esperienza del fruitore, che alla sua percezione (conoscenza).
L’onnipresente profilo di alluminio – come materiale del nostro tempo – stimola così la curiosità dell’artista che, paradossalmente confuta con finitezza il freddo e silenzioso metalloide in risorsa per la sua opera.
Così facendo gli oggetti d’arte affermano se stessi e la propria autonomia, in quanto oggetti di rappresentazione estetica.


Note di T. Papa

La chiara immagine dell’esistenza metallica si configura in concreti pensieri visivi, dove l’artista, sensibilizzando il metallo, esprime i valori più intimi del suo spazio interiore.
Questo materialismo dialogato ed esaltato viene contaminato dalle sottili impressioni espressioni espressive dell’immaginazione, coinvolgendo empaticamente il fruitore attraverso la dialettica della materia.
L’arte è sempre circondata da un’atmosfera di lealtà e di concentrazione attiva che chiama in sé le molteplici sensazioni dell’inconscio, e i quattro artisti contemporanei che si sono impegnati nella realizzazione di metallici pensieri, hanno voluto attirare l’attenzione sulla possibilità di un percorso artistico comune, poiché la chiave del racconto visivo si risolve in un’unica interpretazione.
L’arte, con il suo sviluppo immaginario, assume qui un calore di crescita parallela
.


Carmen Antonia DI BENEDETTO - Carmelo CALVAGNA

studio.calvagna@gmail.com